Diario ruvido - Sigarette elettroniche

Falcidiato da quella tosse che sembri vomitare l'anima cristiana, l'anima-ombra junghiana e tutta l'anima della storia hegeliana che si è fatta spirito nei miei polmoni solo per tenermi sveglio la notte a forza di sussulti - mi sono fiondato sulla sigaretta elettronica.
Col risultato che non solo non ho smesso di fumare le paglie normali, ma oltre a quelle pippo la sigaretta elettronica in tutti i contesti dove le altre non sono permesse.
Nicotina 24 ore su 24 - cartine filtrini tabacco Marlboro liquido alla vaniglia liquido al cioccolato liquido Cuban - nicotina in tutti i formati.
Prossimo obiettivo la sigaretta atomica, quella che sganci dal cielo sull'intera città.
"Oddio, cos'ho fatto?" dirà angosciato il pilota dell'aereo guardando la nuvola di fumo salire nel cielo.
E la nicotina impregnerà le falde acquifere e le piante e tutto sarà come fumare.
Bere dal rubinetto ti darà la sensazione di tirare una pipa, mangiare una carota sarà come inspirare da un sigaro.
Baciare è fumare, dormire è fumare.
E io non necessiterò più di tabaccai, vivrò nella mia città formato nicotina e semplicemente respirando avvicinerò la morte - il ché non è diverso da come è sempre stato, solo più esplicito, più sincero.

Nessun commento: