Diario ruvido - Odissea


Finalmente Penelope abbracciò il suo Ulisse. 
"Ti sono rimasta fedele per vent'anni. Tessevo la tela senza concedermi ad alcun pretendente". 
"Ah... fedele... bene... BENE, SI' BENE!" rispose Ulisse con un risolino penoso che nascondeva tante cose. 
"Cosa c'è Ulisse? Conosco quell'espressione, cos'hai fatto?" 
"Ma niente, una sveltina con Nausicaa..."
"E...?" 
"E qualche bottarella a Circe..." 
"E...?" 
"E sette anni di chiavate con Calipso" 
"Brutto stronzo maschilista puttaniere!" 
"Ma come, non si era detto che eravamo una coppia aperta?" 
"COPPIA APERTA UN CAZZO!" 
Riprese così il viaggio di Ulisse. Allondanandosi nella sua zattera fece in tempo a distinguere la gang-bang, le urla e gli orgasmi selvaggi dei Proci.

Nessun commento: